.

Il bosco dei sensi

Temi e obiettivi: conoscenza dell’ecosistema bosco attraverso i cinque sensi; fauna e flora; le tracce degli animali; rapporto uomo natura.
Descrizione: breve passeggiata tra il bosco e la macchia mediterranea, durante la quale si incontrano muretti a secco, cisterne per la raccolta dell’acqua piovana (fogge), calcinaie e carbonaie. Possibilità di visitare una masseria storica con animali da allevamento. La passeggiata è intervallata da giochi a squadre per stimolare l’uso dei sensi, il rispetto degli equilibri naturali e delle varie forme di vita animale e vegetale.

  • Scuola dell′infanzia e primaria
  • Scuola secondaria di I grado

Trova l’intruso

Temi e obiettivi: conoscenza dell’ecosistema bosco attraverso i cinque sensi, la fauna e flora, le tracce degli animali, rapporto uomo -natura, capire e saper riconoscere ciò che è autoctono e ciò che invece è alloctono, ciò che è naturale e ciò che è stato costruito dall’uomo.
Descrizione: breve passeggiata nel bosco di leccio e macchia mediterranea, tra muretti a secco, cisterne per la raccolta dell’acqua piovana (fogge), calcinaie e carbonaie. La passeggiata sarà intervallata da giochi a squadre e da un orienteering volti a far comprendere la spontaneità o meno di alcune piante nonché la costruzione o meno di luoghi utili alle esigenze dell’uomo.

  • Scuola dell′infanzia e primaria
  • Scuola secondaria di I grado

Brigantaggio tra boschi e masserie

Temi e obiettivi: conoscere i protagonisti e i luoghi dell’Unità di Italia; conoscere il fenomeno del brigantaggio in Puglia e Basilicata.
Descrizione: escursione guidata nella gravina del Vuolo di Martina Franca per raggiungere la grotta del brigante Sergente Romano. L’ampia cavità carsica, nel periodo post unitario, divenne rifugio e quartier generale del noto brigante e della sua banda. All’interno della grotta scopriremo gli spazi utilizzati dalla banda che la tradizione popolare vuole contasse circa 200 uomini. Il percorso si avvia da Masseria Signora, appartenuta ai Caracciolo, e si snoderà sul fondo della gravina, all’ombra del bosco di fragno. Lungo l’itinerario si incontrano querce monumentali, singolari biancospini ad alberello, cisterne per la raccolta dell’acqua piovana ed altri manufatti dell’uomo. Si conosceranno le piante spontanee e gli animali selvatici che popolano il bosco fino a raggiungere la grotta.

  • Scuola secondaria di I grado
  • Scuola secondaria di II grado

Vuoi saperne di più? Compila il modulo qui sotto

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Numero di telefono

Oggetto

Il tuo messaggio